Il larice siberiano, un legno resistente da moltissimi utilizzi

By March 28, 2017Non categorizzato

Sul piedistallo dei legni di cui si costruiscono le casette da giardino, i capanni e i gazebo, sicuramente va posato anche il larice siberiano. Si tratta di un campione tra i legni soffici: molto denso, resinoso, con abbastanza tannini. Queste caratteristiche lo fanno molto resistente alle condizioni meteorologiche e siccome è anche molto stabile, vanta la reputazione di un legno da moltissimi utilizzi e di alta qualità. Durante la lavorazione gli artigiani più meticolosi migliorano la qualità anche estraendo i nodi resinosi, sostituendoli con inserti di larice.

Un albero solido con molto potenziale

Il larice siberiano (lat. Larix sibirica) è un albero molto solido che cresce sul territorio della Russia ovest fino a Siberia centrale. Cresce più veloce della maggior parte degli alberi coniferi nelle zone fredde e viene considerato di qualità più alta della controparte europea. Se durante la crescita riceve una dose considerevole di sole e se non cresce in boschi folti, può crescere velocemente e sviluppare il proprio potenziale nel senso dell’aspetto e della struttura.

La sua ar
ma vincente è la sua densità, fattore importante, proporzionale alla duratura del legno. Proprio perché cresce più lentamente, il larice siberiano autoctono di origine controllata è molto più resistente della controparte che cresce su piantagioni in clima più mite.

Il larice siberiano è esteticamente piacevole, dall’aspetto moderno e duraturo

Il larice siberiano può, volendolo, essere protetto con verniciature per un aspetto ancora migliore e per conservare il suo colore naturale – un ricco marrone dorato con una venatura legnosa meravigliosa. A causa della sua natura duratura però questo non è necessario. Il legno di larice è stimato come uno dei legni più eleganti, la sua venatura è molto densa, e presenta dei nodi sporadici che imbelliscono il suo aspetto naturale. Col tempo all’aria assume un colore grigiastro e diventa duro come una pietra. Forse vi dispiacerà che non ci sia più il tono dorato del legno, ma il grigio argento che larice assume col tempo, può essere ancora più magico. È possibile proteggere il larice siberiano con oli, ma si esegue solo per ottenere un aspetto diverso, più raffinato. Con oli traslucidi non è possibile prevenire la grigiatura. Possiamo prevenirla solamente con oli colorati e con una manutenzione regolare: è necessaria un’oliatura ogni due anni, se si esegue ogni anno, è ancora meglio. Ma neanche questo può prolungare la longevità del legno.

La coloratura e la verniciatura del larice siberiano è primariamente una scelta, basata sui gusti personali, non sulle necessità. Il legno può essere posato verticalmente o orizzontalmente e con le combinazioni è possibile donare un look moderno a case o casette da giardino.

Una vasta scala dell’uso

Siccome il larice siberiano è di alta qualità e molto resistente, possiamo usarlo per una miriade di scopi: rivestimenti delle facciate, casette, capanni o gazebo, terrazzi o travi portanti per tettoie. Infatti, è così resistente che si usa anche per le costruzioni di sopporto in miniere, per pali e linee ferroviarie.

Se decidete di acquistare un prodotto, fatto di larice siberiano, dovete preoccuparvi solamente di un’oliatura saltuaria. Con l’oliatura il legno sarà più elastico, la vostra casetta da giardino o il terrazzo saranno rinfrescati. La manutenzione non è necessaria, dato che la protezione della superficie non prolunga la sua longevità, è però consigliabile anche per un’agevolata pulizia.